CIG - Codice Identificativo Gara

Da Wiki Acquisti in rete PA.
Versione del 23 mag 2022 alle 14:12 di Acquisti in rete 10 (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Il CIG - Codice Identificativo Gara è un codice alfanumerico di 10 cifre che consente di identificare in maniera univoca gli elementi costitutivi delle gare d’appalto.

Esistono diverse tipologie di codice CIG, che variano in base alle caratteristiche e alle modalità di svolgimento della gara. Ai contratti sotto soglia si applica un CIG semplificato (detto anche Smart CIG), che può essere richiesto fornendo un numero ridotto di informazioni e documenti rispetto alla procedura ordinaria. Il CIG smart si applica anche ad altre tipologie di contratti, come stabilito dalle leggi che disciplinano la tracciabilità dei flussi finanziari (principalmente, legge n.136/2010 e legge n. 217/2010).

Nel caso di procedura di gara suddivisa in diversi lotti, il sistema SIMOG attribuisce un CIG ad ogni lotto che compone la gara; il bando di gara riporterà in questo caso un elenco di CIG (invece che un unico CIG) in modo da poter identificare in maniera univoca i lotti. Se si verifica l’aggiudicazione di diversi lotti ad uno stesso operatore economico, il sistema SIMOG consente al RUP di scegliere uno dei CIG assegnati a ciascun lotto, ed eleggerlo a CIG Master. In base a questa procedura, si stipulerà un unico contratto contenente l’elenco completo dei CIG relativi ai lotti affidati, e il CIG Master potrà essere utilizzato come riferimento unico per i pagamenti relativi a tutti i lotti citati nel contratto stesso.


La distinzione tra CIG Padre e CIG Figlio si applica esclusivamente quando la procedura di scelta del contraente avviene mediante adesione ad un accordo quadro o a una convenzione. Il CIG Padre viene rilasciato alle centrali di committenza dal sistema SIMOG al momento della sottoscrizione dell’accordo quadro. Il CIG Padre identifica l’accordo stesso e serve come riferimento a cui legare i CIG Figli. Il CIG Figlio, detto anche CIG Derivato, viene rilasciato alle amministrazioni che aderiscono all’accordo quadro. Il CIG Figlio ha la funzione di identificare i singoli contratti stipulati in base a un accordo quadro o una convenzione.

CIG: Come ottenerlo?

Il codice viene rilasciato dal SIMOG, il Sistema Informativo di Monitoraggio delle Gare dell’ANAC, e deve essere richiesto dal Responsabile Unico del Procedimento. Prima della pubblicazione del bando di gara o dell’invio delle lettere d’invito, il RUP è tenuto ad accreditarsi sul portale SIMOG, dove potrà richiedere l’emissione del CIG. Il RUP dovrà inoltre provvedere al perfezionamento del CIG entro 90 giorni dalla sua acquisizione.